Accedi
Registrati con Facebook
Registrati

Registrati con Facebook

donna inseguitàLo stalking e’ un comportamento di tipo persecutorio che viene realizzato da un soggetto persecutore nei confronti della sua vittima; si tratta di un insieme di condotte oppressive, sotto forma di minaccia, molestia e atti lesivi continuati e tali da indurre nella persona che le subisce un disagio psichico e fisico e un ragionevole senso di timore.

La persecuzione avviene solitamente mediante reiterati tentativi di comunicazione verbale e scritta, appostamenti ed intrusioni nella vita privata (telefonate continue, pedinamenti, lettere, ...) 
Lo stalker può essere un estraneo, ma il più delle volte è un conoscente, un collega o un ex-partner, che agisce spinto dal desiderio di recuperare il precedente rapporto o per vendicarsi di qualche torto subito.

La persecuzione in genere si realizza attraverso la combinazione di piu’ azioni moleste: potrebbe infatti realizzarsi tramite il sorvegliare, l’inseguire, l’aspettare, il raccogliere informazioni sulla vittima il seguire i suoi movimenti ed anche attraverso le intrusioni, gli appostamenti sotto casa o sul luogo del lavoro. Costituisce Stalking anche la diffusione di dichiarazioni diffamatorie a carico della vittima e dei suoi familiari ed anche ad animali appartenenti ad esso ed ai suoi parenti.

 

La maggior parte degli stalkers è di sesso maschile ed attua tali comportamenti nei confronti di compagne che hanno interrotto o vogliono interrompere una relazione. In questo caso di dipendenza affettiva il persecutore agisce per due motivi principali ; il primo e’ quello di esercitare un controllo nei confronti della vittima per timore di essere lasciato;il secondo invece e’ volto al recupero di una relazione dopo la sua rottura il più delle volte per vendicarsi della sua ex.

Il livello di stalking messo in atto varia in base al grado di intimità esistente precedentemente nella coppia. Una maggiore intimita’ rappresenta un maggiore rischio di violenza. Il profilo psicologico dello stalker ha diversi punti in comune con quello del soggetto affetto da dipendenza affettiva.  Si e’ in presenza quindi di una personalità debole che per paura di essere abbandonato si lega ossessivamente a qualcuno. Questa dipendenza affettiva, se estremizzata, può sfociare in un atteggiamento violento che in molti casi determina un femminicidio.