Accedi
Registrati con Facebook
Registrati

Registrati con Facebook

frattura-osseaFrattura ossea

Per frattura ossea o infrazione si intende la rottura traumatica o spontanea di un osso dello scheletro.

Avviene quando la forza meccanica eccede la resistenza dell'osso che generalmente quando quest'ultimo è sano è molto elevata. In caso di patologia come ad esempio osteoporosi, metastasi ossee, rachitismo limitano di molto la resistenza delle ossee, tanto da produrre con dei movimenti normali delle fratture spontane dette fratture patologiche.

Normalmente la frattura si ha dopo un trauma ad esempio una caduta, in questo caso l'infortunato presenta un dolore acuto con difficoltà nel muovere la parte interessata.

In questi casi il soccorritore deve cercare di tenere ferma la parte fratturata lasciandola nella posizione in cui si trova.

In caso si sospetti una frattura della schiena, dobbiamo limitare ogni possibile intervento, applicando soltanto dei cuscini ai lati del busto dell'infortunato, tenendo la testa ferma.

Chiamare tempestivamente il 118.

Nel caso in cui sia indispensabile spostare l'infortunato (con sospetto di schiena rotta) per allontanarlo da possibili pericoli come incendi o possibili crolli, si deve cercare l'aiuto di un altro soccorritore, spostarlo tenendo allineata testa, collo e busto.

In questi casi il soccorritore non deve cercare mai di sistemare una frattura scomposta, non deve disinfettare e muovere le fratture aperte cioè con l'osso che esce dalla pelle.