Accedi
Registrati con Facebook
Registrati

Registrati con Facebook

ricercatore in laboratorio durante un esperimentoMolto in uso nelle medicazioni avanzate come potente antibatterico, applicato localmente, ora degli esperimenti confermano come aggiungendo ioni d'argento sciolti all'antibiotico, la sua efficacia diventa fino a 1000 volte maggiore. La notizia pubblicata su Science Translational Medicine sottolinea come l'argento agisce rendendo permeabile la parete dei batteri e inducendo il batterio a produrre grosse quantita' di radicali liberi. Lo studio è stato condotto da James Collins, ingegnere biomedico della Boston University.