Accedi
Registrati con Facebook
Registrati

Registrati con Facebook

tumore-seno-farmaciE' quanto riportato dal New England Journal of Medicine riguardante uno studio, in gergo, di fase III Cleopatra, presentato al San Antonio Breast Cancer Symposium.
Tecnicamente si è scoperto come la combinazione dell'anticorpo monoclonale pertuzumab con trastuzumab e chemioterapia a base di docetaxel, porti a dei vantaggi significativi i quali corrispondono ad un prolungamento della vita di circa il 34% in soggetti colpiti da tumore al seno metastatico Her 2-positivo rispetto alla combinazione di trastuzumab, chemioterapia e placebo.